Trieste, una perla tra mare e carso

Chi mi conosce lo sa bene.
Sono Barese di nascita, trapiantata a Milano, ma Triestina d’adozione!

Trieste è magia!
Per chi non la conosce, consiglio di dedicarle almeno un week end per scoprire la sua magia.
James Joyce, suo storico cittadino, in una lettera a sua moglie Nora dichiarava “la mia anima è a Trieste”… e perlomeno è rimasta qui la sua statua a Ponterosso! Da qui in pochi passi si arriva a Piazza dell’Unità d’Italia (Piazza Unità semplicemente per i Triestini) che per me e molti è la piazza più bella d’Italia… L’unica che ha uno dei quattro lati mancanti perché affaccia direttamente sul mare.
Dal Molo Audace è possibile cogliere la piazza intera oppure volgere lo sguardo verso il golfo, racchiuso dal Carso proteso a cingere questa perla, e in un colpo d’occhio vedere il Faro della Vittoria, il “formaggino” Monte Grisa e là in fondo il romanticissimo Castello di Miramare.

Trieste è mare!
La ciclabile che porta al castello passa dal lungomare di Barcola, con i suoi “topolini” sempre gremiti di bagnanti pronti a sdraiarsi o a fare qualche “clanfa” (tuffo triestino!) non appena esce un raggio di sole. Altrettanto tipico è il “Pedocin”, storico “bagno” in centro città dove uomini e donne sono divisi in due lati separati da un muro alto tre metri, e possono godersi il mare in santa pace!
Appena posso torno, perché come per Joyce anche la mia anima è rimasta qui in fondo a questo mare blu.

Trieste, città del vento, della Barcolana, e del caffè!
Perdetevi tra i caffè storici, il Caffè degli Specchi, il Tommaseo, Caffè San Marco, Urbanis… Ognuno di questi vi racconterà una storia riguardo a qualche storico avventore e letterato (Joyce, Saba e Svevo per esempio!) ma non dimenticate di sforzarvi di ordinare il caffè alla Triestina… o scopriranno subito che siete Foresti!
Nero se volete un espresso, Capo in B se vi piace macchiato e in bicchiere: due tra i tanti modi di definire un caffè!

In questa splendida mini vacanza ho passato dei giorni fantastici con il mio amico Claudio F., anche lui innamorato di questa città, e ho conosciuto persone fantastiche, come le sue amiche Elena e Antonella, con le quali abbiamo passato delle bellissime giornate e serate.

Siamo stati ospiti di Chiara Meriani, giornalista e blogger (bike ma non solo…), lavora nel cicloturismo per Bikeways e proprio la nostra passione in comune per le due ruote ci ha fatto incontrare!
Chiara ha appena aperto un Bed & Bike e con la prenotazione di una stanza doppia vi offre anche due bici con le quali potrete andare a zonzo per la città! Una è elettrica, e vi può tornare utile se deciderete di avventurarvi su per qualche itinerario sul Carso.
Se volete macinare più km… Da Trieste potete fare la Parenzana oppure la ciclabile Aquileia Grado Monfalcone, se vorrete anche noleggiando altri tipi di bici nel negozio Bikeways.

In questi giorni abbiamo anche finalmente conosciuto di persona Diego Manna, cicloviaggiatore e autore di molti divertentissimi libri. Date un’occhiata al sito Monon Behavior o leggete uno dei libri e non ve ne pentirete… non sarà necessario capire al 100% tutte le parole del dialetto per farvi un sacco di risate!!!
Diego e i suoi amici sono appena tornati da un’altra delle loro “rumizade” ovvero un lungo viaggio in bici (termine coniato in onore di Paolo Rumiz) questa volta è #Adriabaltico tour da Trieste a Danzica per un totale di 1600 km. Complimenti a tutti i “Ciclomonones“!
Per la stima e l’allegria di aver conosciuto Diego, ho anche io la loro maglietta! E divento così, senza nemmeno accorgemene, la loro “testimononial“!

Stemo calmi... e deme un Capo in B
Stemo calmi… e deme un Capo in B
Finalmente ai Topolini
Finalmente ai Topolini
Ai Topolini con la bici del Bed&Bike di Chiara
Ai Topolini con la bici del Bed&Bike di Chiara
Mi leggo il Pedocin
Mi leggo il Pedocin
Al Caffè degli specchi con il Piccolo
Al Caffè degli specchi con il Piccolo
Ai Filtri
Ai Filtri
Sullo sfondo Miramar
Sullo sfondo Miramar
Che pace...
Che pace…
Con Diego Manna
Con Diego Manna
Con Diego Manna
Con Diego Manna
"Testimononial" dei  Ciclomonones
“Testimononial” dei Ciclomonones
Precedente Da Krimml a Salisburgo, la ciclabile dei Tauri Successivo La ciclabile Aquileia, Grado, Monfalcone

2 commenti su “Trieste, una perla tra mare e carso

    • casybike il said:

      Grazie Chiara! Anche a noi ha fatto piacere conoscerti e davvero appena possibile organizziamo qualcosa dai! 🙂 Tu tienimi aggiornata degli eventi Bikeways che io arrivo 😉

I commenti sono chiusi.